sabato 31 marzo 2018

IL PIEMONTE

Considerando che abitavo a Bologna quando vissi in Italia, e pensando al fatto di dover attraversare tutta l'Emilia per entrare in Piemonte, quella regione l'ho sempre considerata lontana e quindi scomoda da visitare! Sia quel che sia, durante gli ultimi due viaggi in Italia ho iniziato a visitarla. E per il momento sono le Langhe e il Lago d'Orta i posti che mi sono piaciuti di più. Come alla metà degli italiani, anche a me piace il sapore del tartufo; e così non mi sono lasciato sfuggire l'opportunità di provarne alcuni piatti, e comprarmi una bottiglietta di Gocce di Tartufo, ovvero un condimento aromatizzato al tartufo bianco a base di olio d'oliva. Tartufo bianco di Alba, certamente. 
La città di Torino ove mi sono soffermato quattro giorni, ha bei e interessanti musei da visitare. Fra quelli su cui scriverò un post collegato al proprio album fotografico, voglio consigliare anche il Museo del Cinema.

LA VALLE D'AOSTA

Questa piccola regione l'ho visitata soltanto una volta dormendo alcune notti a La Thuile dove mia mamma era in vacanza. Era il luglio del 1992. E, andandovi senza essermi minimamente documentato su cosa poter visitare, è stato un viaggetto che mi ha lasciato poche foto. Quando avrò l'opportunità di tornarvi, considererò la Via delle Gallie (strada dell'Antica Roma) la cosa più importante da visitare. Al secondo posto i castelli, e in cerca di posti panoramici da cui vedere e fotografare bei paesaggi.

venerdì 30 marzo 2018

MUSEO DELL'AUTOMOBILE - Torino

L'automobile, o macchina come diciamo in Italia, è per me un indispensabile mezzo di trasporto, ma non una passione giacché non ho mai avuto cura di pulirla e lavarla con affetto come dimostrano tante altre persone. In poche parole: non sono fra quegli uomini che, si dice, amano più la loro macchina anziché la propria moglie.
Nonostante ciò ho visitato il Museo Nazionale dell'Automobile a Torino, e sono rimasto molto contento. Un museo assai interessante e molto ben studiato per prepararlo alla visita del pubblico. 
La storia di questo museo è cominciata quand'era il 1932 (leggi la sua storia), mentre nel 2011 è stata portata a termine la ristrutturazione architettonica che l'ha reso contemporaneo e avveniristico.
Com'è logico che sia, ad ogni persona escono ricordi mentre guardano le automobili. Chi pensando a film, chi immaginando Michael Schumacher sul podio, e chi - come credo al maggior numero di persone - rivedendo gli anni in cui ci spostavamo con la Fiat Topolino, la 500, la 600, la Bianchina, quella tipica Citroen, la Chiocciola, ecc. ecc. dipendendo dall'età di ognuno.
FOTO DEL MUSEO    (foto del 27/4/2017)
Dove rimane    e    Informazioni

domenica 18 marzo 2018

18 BLOG "IN GIRO PER L'ITALIA"

Quel che sto preparando è una serie di blog coi quali parlo un po' dei posti per me più interessanti visitati durante tutti i viaggi in Italia. Qui a fianco l'elenco dei BLOG preparati fino ad oggi... ➪⇨
Uno scopo dei blog è quello di collaborare alla diffusione della cultura italiana tra le sue comunità all'estero. In più ho diverse Conferenze che spero di poter svolgere ovunque sia considerato necessario e possibile. Tendo a segnalare che tutte le foto sono mie e scattate sul posto.

venerdì 16 marzo 2018

LAGO D'ORTA

Molte persone del Piemonte considerano questo lago un ambiente naturale romantico. Mentre l'isola di San Giulio è ciò che ti colpisce l'occhio quando arrivi, il Monte Sacro d'Orta fa parte di quelli (Piemonte e Lombardia) che sono fra i 53 Beni Italiani Unesco. Andar sul Monte Sacro (cosa che può sfuggire ai turisti che non si documentano o non hanno pazienza) è bello non solo per il fatto di trovare 20 cappelle che compongono la storia di San Francesco, ma anche per la sua posizione sul lago che fa gola alle macchine fotografiche. Ora San Giulio è un borgo riconosciuto Bandiera Arancione dal TCI; è interessante visitare anche la sua Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta. 
Mia moglie ed io vi abbiamo trascorso un giorno quasi completo. Arrivavamo da Vigevano dove abbiamo trascorso la notte, e la sera dovevamo trovarci dalle parti di Mergozzo.
 Album fotografico   Foto 24/9/2015   Dove rimane    Informazioni 

giovedì 15 marzo 2018

MUSEO DEI CAMPIONISSIMI - NOVI LIGURE

In queste terre della provincia di Alessandria nacquero i grandi campioni di ciclismo come Fausto Coppi e, prima di lui, Costante Girardengo.
Da bambino sono cresciuto andando a vedere la cronometro di Castrocaro Terme (vicino a Forlì) dove vinceva Felice Gimondi.
Ai tempi delle vittorie di Marco Pantani, in bicicletta portavo all’asilo il mio piccolo Mario sentendoci per alcuni minuti “pirata” come lui. 
In più ho due fratelli appassionati al ciclismo più di me.
Sarebbe allora stato un errore passare dalle parti di Novi Ligure senza fermarci a visitare questo museo dove mi sono emozionato avvicinandomi alla bicicletta e alla maglia rosa firmata da Marco Pantani, romagnolo come me. Un’altra soddisfazione quella di accosciarmi davanti alle biciclette di Fausto Coppi dove farmi fotografare mentre la mente ricordava quel che ascoltavo di lui quand’ero bambino. 
In breve: è stata una visita molto emozionante! (oltre a me e a mio figlio c’era soltanto un’altra persona al museo, ragion per cui è stato ancor più facile esprimere le emozioni).
Al museo ci sono tante biciclette fra cui la riproduzione del disegno di Leonardo, quelle dei bersaglieri, quella per due persone, per la montagna e tanti altri modelli. E magliette di tanti ciclisti. 

Una soddisfazione in più è stata quella di trovare anche due vetrine con marionette. Cose che hanno una storia culturale alquanto diversa da quella della bicicletta, ma che trovandosi sul posto (all'entrata) considero parte di questo interessante Museo dei Campionissimi.

Album fotografico   (Foto del 14/4/2017)
Dove rimane      Informazioni

mercoledì 14 marzo 2018

GRINZANE CAVOUR, CASTELLO ed ENOTECA

Grinzane Cavour è un Comune delle Langhe: una bellissima zona collinare ed uno dei posti che possiamo considerare una delle capitali del vino italiano. Mentre il piccolo borgo porta il nome dello statista Camillo Benso conte di Cavour, è dal 2014 che quest'ampia zona delle Langhe è entrata a far parte dei 53 Beni Italiani UNESCO. All'interno del castello c'è l'enoteca regionale Cavour dove perdi la testa fra i suoi tanti prodotti. Mentre il Barolo e il Barbaresco sono, credo io, i vini rossi più apprezzati; non dimentichiamoci della qualità del Nebbiolo, Barbera, Sauvignon e le stesse grappe. In quanto agli altri prodotti abbiamo comprato due confezioni di crema (gianduia e nocciola) e una bottiglietta d'olio d'oliva al sapore del tartufo bianco di Alba, località a 5 chilometri di distanza. 
 Album fotografico   Foto 27/4/2017   Dove rimane   Informazioni

martedì 13 marzo 2018

PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI

Comprata una Torino city card di cinque giorni, Kuski ed io siamo entrati in molti posti. Considerando tutto quel ch'è stato visitato, abbiamo risparmiato abbastanza euro rimanendo comunque in debito con la città e i suoi dintorni, perché c'era ancora molto da conoscere. 
La Palazzina di caccia di Stupinigi è stato uno dei posti forse più belli anche grazie al fatto che, trovandosi un po' fuori di Torino, c'erano pochi turisti nelle sale di questa palazzina proclamata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO per il fatto di far parte del circuito delle residenze sabaude in Piemonte.  
La sua costruzione iniziò nel 1729 terminando i lavori quattro anni dopo. Fu una dimora prediletta dai Savoia per svolgere anche feste e matrimoni oltre alla dedica della caccia.

FOTOGRAFIE DELLA PALAZZINA (foto del 26/4/2017)
Dove rimane    Informazioni

domenica 11 febbraio 2018

AUTORE DEI BLOG "IN GIRO PER L'ITALIA"

Mi chiamo William Zanatta e ho 58 anni. Sono nato a Forlì, poi cresciuto a Bologna, e da 24 anni  abito in Perù. 
Nel lavoro mi dedico a servire turisti italiani, vendere foto e, ogni tanto, chiamato a domicilio ove aiutare chi studia la mia lingua madre ci cui sono anche traduttore non ufficiale e interprete. Nel tempo libero trovo molte soddisfazioni quando svolgo conferenze dei miei viaggi dentro le scuole, e al realizzare solidarietà per bambini di scuole di comunità contadine. Sono presidente dell’Associazione Emiliano-Romagnola del Perù, uno dei dodici consiglieri del Comitato Italiani Residenti all’Estero del Perù, e presidente dell'associazione culturale italo peruana "Amanecer" legata a sua sorella "Amanecer Andino"Questa serie di blog "In giro per l'Italia" sono un breve riassunto di tutti i miei viaggi in Italia: una grandissima documentazione fotografica e ricchezza culturale che considero mio dovere diffondere. I miei viaggi in Perù sono rappresentati da questo sito willycondor.info 
Con molta soddisfazione affermo di aver percorso tutta l'Etruria e ormai l'intero Tawantinsuyu (Impero Inca): due delle principali mete dei miei viaggi - musei archeologici compresi. Breve riassunto: oltre a sempre più posti dell'Italia e del Perù, ho visitato anche l'Argentina (quattro volte), la Bolivia, il Cile (tre volte), il Colombia, la Costa Rica, l'Ecuador, la Francia, il Messico, il Nicaragua, la Polonia, la Svizzera e l'Uruguay. 
(Foto: al Museo della Juventus. Gaetano resta il mio calciatore preferito).

ITALIA - CONFERENZE DI VIAGGI

Ovunque sia possibile svolgo conferenze turistico culturali promuovendo la conoscenza dell'Italia. Ancor meglio quando si tratta di parlare nelle scuole. Tutte le conferenze, per il momento ne ho pronte 30, sono un insieme dei miei viaggi: tante esperienze, belle fotografie, documentazioni culturali-geografiche-storiche, e molti consigli utili a chi viaggia. Per spiegarti meglio t'invito a entrare in quest'altro mio blog. Per il momento ho 163 esperienze.

SE VUOI VISITARE IL PERU'

Se pensi di visitare il Perù puoi scrivermi al inkawilly@gmail.com Siccome questo Paese lo conosco ormai tutto, ho tante informazioni e consigli pratici che puoi leggere su questo sito. Ogni anno ricevo turisti attendendoli a Lima; altre volte sono gruppi o chi va in viaggio di nozze a chiedermi di preparargli un tour a suo modello noleggiando un pulmino con un autista di fiducia. Non ho un'agenzia turistica, ragion per cui non vendo tour. Ma sì distribuisco informazioni utili a persone che viaggiano come me, cioè col proprio zaino.

Piemonte e Valle D'Aosta - posti visitati

Torino città metropolitana.
Torino e 07 suoi musei (Reali, del Risorgimento, Egizio, dell'Auto, della Juventus, Diocesano e d'Arte Orientale); Grugliasco e il suo Museo del grande Torino; Miradolo; Rivoli e il suo Museo di Arte Contemporanea; Sacra San Michele; Stupinigi e Venaria Reale. 
---------------------------------------------
Provincia di Alessandria.
Gavi; Museo dei Campionissimi a Novi Ligure; San Cristoforo e Silvano d'Orba.
---------------------------------------------
Provincia di Cuneo.
Cuneo; Alba; Albaretto della Torre; Barolo; Castiglione Falletto; Cherasco; Grinzane Cavour; La Morra; Magliano Alfieri; Mondovì e il suo Museo della Ceramica; Neive; Pollenzo; Racconigi; Rodello e Serralunga d'Alba.      
---------------------------------------------
Provincia di Novara.
Brolo; Lido di Gozzano; Orta San Giulio e Pella. 
---------------------------------------------
Provincia di Verbano-Cusio-Ossola.
Cannero Riviera; Cannobio; Mergozzo; Oggebbio; Premosello-Chiovenda; Sant'Agata e Verbania.
---------------------------------------------
Provincia di Aosta.
Aosta; Aymavilles; Fènis; Issogne; Le Thuille; Saint Pierre e Verrès.